Archivio di Luglio 2010

Alexander Kluge - Organizzazione di una disfatta

Giovedì 29 Luglio 2010

Rizzoli
La Scala
Traduzione di Anna Maria Carpi
1^ edizione: gennaio 1967

€ 30

VENDUTO

Glauco Viazzi (a cura di) - Poeti simbolisti francesi

Giovedì 29 Luglio 2010

Einaudi
Collezione di poesia 137
con testo a fronte
3^ edizione 1990

€ 20

Stéphane Mallarmé - Tutte le poesie

Sabato 24 Luglio 2010

Newton
Grandi Tascabili Economici 59
A cura di Massimo Grillandi
Testo francese a fronte
Prima edizione: maggio 1990

€ 20

Francesco Leonetti - Campo di battaglia

Mercoledì 14 Luglio 2010

Einaudi
Supercoralli
Contiene “Appunto teorico minimo”
1^ edizione 1981

€ 25

Giovanni Orelli - Il sogno di Walacek

Martedì 13 Luglio 2010

Einaudi
Nuovi Coralli 453
Impostazione grafica di copertina: Federico Luci
In copertina: Paul Klee, Ueberschach, 1937.
1^ edizione 1991

€ 20

Manuel Puig - Fattaccio a Buenos Aieres

Martedì 13 Luglio 2010

Feltrinelli
Universale Economica 969
Traduzione dallo spagnolo di Enrico Cicogna
1^ edizione nella “Universale Eonomica”: settembre 1982

€ 20

Biancamaria Frabotta - Trittico dell’obbedienza

Mercoledì 7 Luglio 2010

Sellerio Editore Palermo
Teatro 8
introduzione di Franca Angelini
1^ edizione 1996

€ 20

Renzo Rosso - La dura spina

Martedì 6 Luglio 2010

Feltrinelli
Biblioteca di letteratura diretta da Giorgio Bassani
I Contemporanei 49
2^ edizione: giugno 1963

€ 20

Maurice Blanchot

Martedì 6 Luglio 2010

“Il poema - la letteratura - sembra legato ad una parola che non può interrompersi, in quanto essa non parla, essa è. Il poema non è questa parola, è inizio, ed essa non comincia mai, ma dice sempre di nuovo e sempre ricomincia.”
Maurice Blanchot - “Lo spazio letterario” - Trad. di Gabriella Zanobetti

Ciro Vitiello - Le voci leggere

Lunedì 5 Luglio 2010

Medusa Editrice
Narrativa per ragazzi n. 1
Introduzione di Giorgio Barberi Squarotti
1^ edizione italiana: gennaio 1987

€ 15

Roberto Sanesi - L’incendio di Milano e altre poesie (1957-1989)

Lunedì 5 Luglio 2010

Book Editore
Collezione di poesia Serendip
a cura di Vincenzo Guarracino
1^ Edizione Settembre 1995

€ 20

Ardengo Soffici - BIF§ZF+18 - Simultaneità - CHIMISMI LIRICI

Lunedì 5 Luglio 2010

Vallecchi Editore - Firenze
Nuova edizione accresciuta
con una foto dell’autore
3^ ristampa anastatica dell’edizione del 1919
novembre 2008
€ 10

Walter Benjamin

Domenica 4 Luglio 2010

“(…) Come che sia - per ognuno ci sono cose che, più di altre, svilupparono in lui abitudini durature. Grazie a esse si formarono le attitudini che contribuirono a determinare la sua esistenza. E poiché, per quel che riguarda me, esse furono il leggere e lo scrivere, nulla di ciò in cui mi imbattei nell’infanzia suscita più cocente nostalgia dell’alfabetario. Conteneva, impresse su piccole tavolette, le lettere dell’alfabeto, singolarmente, in caratteri gotici che le facevano apparire più giovani e anche più leggiadre di quelle stampate. Si adagiavano esili sul giaciglio inclinato, ciascuna in sé compiuta, e nella loro sequenza vincolate dalle regole dell’ordine - la parola - di cui erano sorelle. Restavo ammirato per come tanta modestia potesse coniugarsi con tanta magnificenza. Era uno stato di grazia. E la mia destra, che reverente cercava di conquistarlo, non riusciva nell’intento. Doveva restare fuori come il guardiano incaricato di lasciar passare gli eletti. Così il suo rapporto con le lettere fu pieno di rinunce. La nostalgia che risveglia in me, mostra quanto l’alfabetario sia stato tutt’uno con la mia infanzia. Ciò che in realtà cerco in esso è l’infanzia stessa: tutta l’infanzia, come si collocava nel gesto con il quale la mano inseriva le lettere nel listello in cui dovevano allinearsi a formare parole. La mano può ancora sognare quel gesto, ma non può più risvegliarsi per eseguirlo davvero. Allo stesso modo posso sognare come una volta imparai a camminare. Ma non mi serve a niente. Adesso so camminare; non posso più imparare a farlo.”
Walter Benjamin - “L’alfabetario”, in “Infanzia berlinese intorno al millenovecento” (ultima redazione 1938), trad. di Enrico Ganni